Aida

celeste-aidaAllora, cominciamo a chiarì una cosa: Aida non è celeste, è nera, ner senso che è una principessa etiope che è diventata schiava de li Faraoni e lì se innamora de Radames, perché è bello, giovane, c’ha il fascino della divisa e in più è tenore, e nell’opera se sa che er soprano va cor tenore, non ce so’ santi che tengano.
Mo’ il problema sta nel fatto che pure la fija der Faraone, Amneris, è innamorata de questo, e già so’ cazzi, e in più a Radames je dicono se per cortesia va a da’ una sterminata agli etiopi che hanno francamente rotto li cojoni una vorta de troppo. Radames va e ritorna vincitore (che je l’aveva detto pure Aida ma poi je so’ venuti li rimorsi de coscienza perché dice ahò, qui come me movo me fulminano, se vince lui m’ammazza i parenti, se vincono i parenti ammazzano a lui) e durante tutto un trionfo coi flabelli e gli elefanti e i cammelli e er popolo e i sacerdoti e i raggi laser se la reggìa è contemporanea presenta ar faraone i priggionieri de guera. “Anvedì, papà mio” dice Aida, ma quello je dice sta zitta scema, e racconta ar faraone che sì, lui è er padre, ma che er re, ossia lui ma non se deve sape’, era morto e che lui era solo un soldato qualunque. Radames se intenerisce pe’la pora Aida che e chiede ar Faraone de liberà li priggionieri. Ramfis, er gran sacerdoteche era un pezzodemmerda, dice sì, vabbè, ma almeno tenemose in ostaggio Aida co’ su’padre. Detto fatto. Er faraone pè sovrappiù promette Nerise in sposa a Radames. Aida ce resta de merda, anche pe’ via der fatto che già s’erano fatte na litigata lei e la Nerise sul tema Radames, che la Nerise j’aveva detto “volemo fa a chi so’ io e chi sei tu? Io so’io e tu non sei un cazzo” come er marchese der grillo, solo he Aida dice, mbe’, propriamente un cazzo no, io sarei fija de…”de na mignotta” je fa Nerise e se conclude lì. Insomma Aida sta lì che piange sur Nilo che ariva er padre e je fa “Senti, ciavrei un piano. Tu mo’ vedi Radames, e mentre che te lo smaneggi te fai dì i piani de guera. ” Dice Aida, no ma come faccio, e er padre ” a infame, e a mamma morta non ce pensi?” allora Aida je vengono i sensi de corpa, che c’era abituata a fasseli veni’, e fa’ quello che deve fa’. Ariva Radamesse e dice “senti, lo so che sta cosa der matrimonio è un casino, ma io ciavrei un piano. Siccome er popolo tuo ristà a rompe li cojoni, io vado, je do’ na massacrata, poi torno e chiedo ar re de sposatte e vivemo felici e contenti. Che ne pensi?”. Ansai le risate, fa Aida, annamo in Etiopia piuttosto. Esso dice no, si, si, no, si, poi lei je l’appoggia un attimo e lui dice sì, ma che cazzo me frega, annamo in Etiopia, passamo pe’ le gole de Napata che è la strada che dovemo fa’ domani pe’ piomba’ sugli Etiopi e stanotte nun c’è nessuno”. Aprete cielo: ariva er padre, grazie dell’informazione, chi sei, er re d’etiopia, tu, sì io, tu, sì io, tu, VABBE’ CHE SEI TENORE MA SO’ IO, oddio no, si, no, si, no nononeveeeeerNO! Vabbè annamosene. “Cor cazzo” fa Nerise che s’era inguattata, e li fa aresta’ mentre er padre de Aida viè raggiunto da una lancia fuori scena e stira le zampe. Insomma Radames vie’ processato e condannato a esse sepolto vivo malgrado che Amneris ha tentato de fa’ cambià idea ai sacerdoti ma quelli non l’hanno degnata de uno sguardo. Lo interrano in una piramide e a un certo punto lui sente un rumore e dice “ma che ce so’ li sorci?”. No, era Aida che s’era infilata nella piramide pe’ morì con lui mentre Amneris, ar piano de sopra, piagne tutti li mortacci sua. Sipario.

Annunci

3 thoughts on “Aida

  1. Pingback: W Verdi, Giuseppe! | Will that be all?

  2. Pingback: Buon compleanno, Peppino! | Quelle trame svelate

  3. Pingback: L’Aida al Verdi di Pisa – Gennaio 2016 | Enez Vaz

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...